Grigia
Siamo sempre io e le mie mancanze.
Anonimo asked: fiducia? che ti è successo?

come che mi è successo?mi ha lasciata da un giorno all’altro e poi è tornato da un giorno all’altro e, pur sapendo che lui è sempre stato sincero con me, mi è difficile non avere paura che possa risuccedere, ora. fiducia in quel senso, non mi ha mai tradita o presa in giro se era quello che pensavi..

Comunque abbiamo preso i biglietti per Parigi. Verremo ospitati da un amico che vive là da qualche anno e boh, è un sogno che si avvera per me. Insieme a Parigi. Trallaltro capiteremo lì nei giorni del Pitchfork Music Festival che guarda a caso si trova a venti minuti a piedi dal nostro alloggio. Mi sa che non abbiamo finito con i biglietti..Cioè, cosa vuoi di più?

Non gli ho detto niente della paura ma so che l’ha percepita e stasera ha letto delle cose che avevo scritto in camera mia e che mi ero dimenticata di nascondere (ho la “brutta” abitudine di scrivere i miei pensieri su dei post-it e poi attaccarli in giro per la stanza per poterli avere sempre sotto gli occhi: mi danno sicurezza. e una stanza piena di post-it) e ad un certo punto mi ha abbracciata e mi ha detto:”So che ci vorrà del tempo per riconquistare la tua fiducia, ma farò di tutto per riuscirci. E Parigi è solo il primo passo.”

Ho creduto, per i primi (inaspettati magici surreali) giorni, che fosse davvero tornato tutto come prima e finchè ci credevo era davvero tornato tutto come prima. Poi ieri a cena non mi ha guardata e mentre non mi guardava io sprofondavo e mentre sprofondavo mi rendevo conto di cos’é veramente cambiato: ho paura. Ho una paura fottuta che possa risuccedere,anche domani, dopodomani, la settimana prossima, e che di nuovo io non mi renderò conto di nulla finché la realtà dei fatti non mi si frantumerà in faccia, sul petto, sulla pancia. Ho paura e non so se dirglielo perché non credo potrebbe cambiare in qualche modo le cose, anzi, probabilmente lo caricherei solo di un’ulteriore pressione e so che lui adesso piú che mai ha bisogno di leggerezza. Poi ha ripreso a guardarmi, a toccarmi, a prendermi la mano e dirmi “voglio stare con te”, ma ormai avevo capito cosa c’era che non andava (in me?) e la paura adesso é piú forte di ogni suo gesto, ogni sua parola. Mai come in questo periodo ho capito quanto sia importante (quanto sia salvifico) lo scorrere del tempo.

Anonimo asked: cioè vi siete rimessi insieme? come è successo? sono tanto felice per te

sì, è successo. è successo che lui è tornato e ha avuto bisogno di questo tempo per riflettere e risolvere un po’ di faccende interiori e ci è riuscito e nel frattempo si è reso conto che mi ama ancora e vuole stare con me. non voglio entrare entrare nei dettagli di ciò che mi ha detto e di come lo ha fatto perchè sento che è una cosa troppo personale e profonda e le parole la tradirebbero. è tornato ed io ero ancora lì, come mi aveva lasciata, forse più forte, un po’ ammaccata, sempre innamorata pazza ma molto più consapevole, conscia che tutto quello che ho trovato e costruito finora potrebbe sfuggirmi dalle mani da un momento all’altro, ancora una volta, e che per ora non posso fare altro che godermelo. fino all’ultimo sospiro.

Anonimo asked: Raccontaci cosa è successo :)

<3 tutto quello per cui ho pregato (chi, non so), meglio di quanto potessi sperare.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10   Next »
clear theme by parti
powered by tumblr